Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2013

Buonnatale

Che diavolo sta succedendo, laggiù?” disse Grande Entità Qxproarr, indicando con un lungo ectomorfio un punto vago sull’ologramma galattico.

Laggiù? Dove, di preciso, Vostra Entità?” chiese subito Emisferion Ghkl, agitando in lungo e in largo le occhiute antenne verdoline davanti alla nicchia tridimensionale che ospitava l’ologramma.

Qui, qui! Sei cieco, Ghkl?” ribattè Grande Entità Qxproarr, muovendo l’ectomorfio avanti e indietro, come se volesse pungolare una nana gialla appena visibile in mezzo a tutte le altre.

Intendete… nel Solare, mio Signore?”

Eh, certo, nel Solare: che cosa ti sembra, questo, il Centauriano?”

Oh, no, Signore, è senza dubbio il Solare…”

E cosa sarebbe questo casino?”

Quale… casino, mio Signore?”

Ma come! Qui, sul terzo pianeta, non lo vedi? Tutto questo… fervore!”

Ah… sì!” disse Emisferion Ghkl, socchiudendo le novantotto palpebre in un’espressione di sollievo e scrollando leggermente il protocefalo.

Quella è Terra, Signore…”

E con ciò?” ribattè ancora Grande Entità Qxproarr. “Che accidenti stanno facendo?”

A quanto ne so, i Terrestri festeggiano il Natale, come ogni anno.”

E che cosa sarebbe, il nattale? Una specie di frattale?”

Un attimo solo, Signore, controllo immediatamente… Non vorrei dirVi una cosa una cosa per un’altra, ma mi pare tanto… ”

Emisferion Ghkl si collegò con il database del Distretto Via Lattea, assorbì il file organico relativo al sistema Solare e tornò, spostandosi sui celopodi, di fronte all’Ologramma.

Ebbene?”

Ebbene, Signore, il Natale è precisamente la celebrazione del Solstizio d’Inverno.”

E cioè?”

Secondo i loro primitivi cervelli, il fatto che il Sole smette di abbassarsi all’orizzonte e ritorna ad alzarsi. La fine della notte invernale… Il ritorno alla vita… Il solito culto del Sole, in definitiva: capite, Vostra Entità?”

Uhm… Capisco, certo. Quello che non capisco è come mai non siano ancora riusciti a rendersi conto che ciò è la conseguenza dell’inclinazione dell’asse terrestre!”

Lo sanno bene, Signore.”

E che in linea di massima questa inclinazione non cambierà per i prossimi milioni di anni…”

Sanno anche questo, Signore…”

E allora? Perché si sbattono a destra e a sinistra, sprecando risorse che neppure possiedono, per riempirsi di esonutrienti nocivi e facendo soffrire più del solito le specie cerebralmente meno evolute?”

Ecco… Beh…”

… e da quanto tempo vanno avanti così?”

Per quanto ne sappiamo, da migliaia e migliaia dei loro anni, Signore.”

Grande Entità Qxproarr tacque. Sembrava spiazzato: era evidente, dal fremito dei suoi pedipalpi, che stava riflettendo.

Se posso permettermi di suggerire un motivo, Grande Entità… Credo che essi celebrino l’avvento di un dio.”

Un dio? Intendi una di quelle creature immaginarie con cui le specie primitive cercano di farsi una ragione del perché piove, o perché ce l’hanno piccolo, o illudersi di incontrare dopo la morte la nonna che corre loro incontro con una crostata di mele lungo una spiaggia metafisica ricoperta di ciottoli d’argento?”

Sì: più precisamente, ecco… Questo qui sarebbe il figlio di una vergine ingravidata da uno spirito, per opera di un altro dio, detto Padre Amoroso, e mandato su Terra affinché si facesse massacrare su una croce di legno.”

“Molto amoroso, davvero, direi… E a che scopo, tutto ciò?”

“Perché rimediasse ad un errore commesso da questo Padre nella realizzazione del prototipo umano sessuato Adam & Eve, che si sarebbe nutrito per sbaglio di uno pseudocarpo molto comune, detto “mela”… Almeno, così è scritto qui, Signore: i dati non sono aggiornatissimi, però…”

Grande Entità Qxproarr mosse la bolla psicofonatoria come se volesse dire qualcosa, ma tacque, interdetto.

Emisferion Ghkl aggiunse:

Ce n’è, Signore, tutta una serie più o meno identica, di queste buffe storielle, che si perde nella notte dei tempi… Da un paio di millenni va di moda questo Jesus: pare che sia molto nazional-popolare. La faccenda del solstizio invernale sembra averli preoccupati molto, nel corso dei secoli, sapete…”

I pedipalpi di Grande Entità Qxproarr si abbassarono, quasi minacciosi, verso Emisferion Ghkl.

Mi stai prendendo in giro, Ghkl?”

Non oserei mai, Signore… “ rispose Emisferio, facendosi fluorescente in… beh, diciamo in viso.

Mi stai dicendo, dunque, che da sempre, ogni anno, i Terrestri si comportano in modo inconsulto, inventandosi una fraccata di palle per esorcizzare la fifa che di punto in bianco il Sole cominci a comportarsi in modo diverso da come sta facendo da miliardi dei loro anni?”

E’ esattamente quello che emerge dai dati in nostro possesso, Signore”.

E tu sai a cosa corrisponde questo colore giallo-sodio che contraddistingue Terra?” disse Grande Entità Qxproarr, accennando all’ologramma.

Era una domanda retorica, e Ghkl socchiuse gli occhi.

Naturalmente sì, Signore…”

E ti pare normale?”

No, non molto, Signore.”

E come lo spieghi?”

Ghkl si strinse nel cefalotorace:

Non saprei…”

Bene: prepariamo subito un rapporto. Sei pronto? Ti detto:

<< Suprema Essenza Galattica Waaxiiwooq (l’elevato numero di vocali presenti nel nome dell’Essenza Suprema testimoniava del suo grado elevato in seno al Consiglio Galattico), sulla base delle nostre osservazioni, che verranno comunicate in dettaglio eccetera eccetera, la specie Homo sapiens sapiens, attualmente sottoposta a regime di controllo X-22, deve essere riclassificata d’urgenza: questa Grande Entità Esecutiva ritiene che il grado di tecnomanipolazione al quale Homo sapiens ha recentemente attinto non si accordi con le Norme di Sicurezza del Protocollo Intergalattico, eccetera eccetera…

Questa Grande Entità delibera dunque, in virtù del potere che Le è concesso, che gli Umani siano privati, con effetto immediato, della tecnologia nucleare e subnucleare, non essendo il loro sviluppo psicologico consono ai rischi connessi con tali tecnologie, al fine di ridurre l’evidente probabilità di autodistruzione alla quale i Terrestri sembrano concretamente soggetti a causa della loro immaturità mentale.

Firmato: Grande Entità Qxproarr, in esplorazione astronavale esterna, missione p-10-y-3574.>>

Fatto?”

Fatto, Signore.”

Bene! Ora, presto: spedisci, e poi disattiva tutto!”

Emisferion Ghkl si mosse velocemente sui celopodi, sfiorò un paio di pannelli al plasma, ed un fascio di raggi protonici investì il pianeta Terra: in un istante, tutte le testate atomiche presenti negli arsenali vennero disattivate, e le centrali nucleari si spensero come candeline. Per molte ore mancò la corrente in molte città di tutti i continenti, mentre gli scienziati di tutto il mondo si ritrovarono impotenti nello sforzo inutile di capire che utilità avessero quei missili ripieni di una strana polvere inerte, nonché quelle enormi costruzioni da milioni di tonnellate di cemento. Ipotizzarono che fossero manufatti alieni, o che venissero dal futuro in conseguenza di un qualche salto spazio-temporale: tuttavia, chissà perché, decisero di non pensarci troppo, e di festeggiare il Natale, per quell’anno, a lume di candela.

Fu, a memoria d’uomo, il più bel Natale del mondo, perché la maggior parte delle televisioni e dei gadget elettronici rimasero spenti, e la gente ripescò dai cassetti e dagli armadi i mazzi di carte, le trottole di legno, la dama e le matite colorate, e tutti uscirono fuori a passeggiare scambiandosi baci e abbracci in quella dimensione così pacifica che ricordava tanto ai più anziani – stranamente – il tempo di guerra.

L’Ologramma Galattico sull’astronave non ebbe che un piccolo sussulto, mentre il pianeta Terra diventava, da giallo-sodio che era, di color verde-rame.

Oh. Così ci siamo,” disse Grande Entità Qxproarr, facendo oscillare i pedipalpi in un moto di soddisfazione.

Sì, Signore… “ rispose Emisferion Ghkl.

Dev’essersi trattato di un errore,” aggiunse ancora Grande Entità Qxproarr. “Ma ti assicuro, Ghkl, che farò in modo che quello scribacchino pasticcione che ha assegnato a Terra il colore giallo verrà mandato a scavare trizio solido dalle parti di Sirio, vedrai! Vedrai se non lo farò!”

E’ il minimo, Signore…” rispose ancora Ghkl, pensando con tristezza al destino di quel poveretto suo pari grado che in quel momento, inconsapevole, stava per essere trasferito alle miniere del Siriano.

Tzè… Ma ti rendi conto? Terra in giallo-sodio?” Emisferion Ghkl chiuse gli occhi, tutti e novantotto, e annuì. “Gente che conosce i quasar eppure continua comportarsi come quando immaginava che l’universo si riducesse al loro pianeta piatto con una scodella girata sopra, e… E li classificano come specie intelligente… Ah! Che idiozia!”

Per fortuna che ve ne siete accorti Voi, Grande Entità Qxproarr, Signore.”

Beh: è il nostro lavoro, no?” disse Qxproarr con noncuranza; ma si vedeva che era soddisfatto. “Coraggio, Ghkl: si parte per l’Anello Esterno!”

Ghkl sfiorò nuovamente i pannelli al plasma, e l’Astronave di Controllo “Hope XVII” vibrò leggermente prima di involarsi lungo un wormhole secondario alla volta della periferia più lontana della Galassia.

Nessuno sulla Terra l’aveva vista arrivare, e nessuno la vide ripartire: era troppo lontana. Soltanto uno studente di astronomia, messo di turno all’osservatorio di Monte Palomar durante le feste, annotò l’osservazione di un oggetto che classificò come “cometa atipica”, annotazione che cadde nel dimenticatoio pochi giorni dopo.

Come si dice, allora, Ghkl…? Buonnatale?” disse, ridendo, Grande Entità Qxproarr.

Buon Natale a voi, Signore… “ rispose Ghkl, mentre entrambi iniziavano a scomporsi in un flusso ordinato di tachioni risucchiati dal buco nero.

Poi, fu soltanto un minuscolo puntino di luce che scomparve fra le stelle, nella memorabile notte del ventiquattro dicembre 2013, data astrale 21-0463, in cui davvero, per la prima volta da che esisteva la Terra, era passato da quelle parti un vero salvatore.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: